Cosa fa il volontario

Siamo un’associazione laica, aperta a persone di qualsiasi credo, convinzione ed istruzione. Nata nel 1980, è presente in moltissimi ospedali e residenze sanitarie assistenziali di tutta Italia.

La nostra associazione intende perseguire l’obiettivo di collaborare a rendere più umane le strutture sanitarie e assistenziali, mettendo al centro delle proprie attenzioni la persona malata o l’anziano e le loro necessità.

Cosa fa il volontario ?

Il volontario dedica parte del suo tempo al servizio dei malati e degli anziani, donando loro una presenza amica.

Egli ha il compito di ascolto, di accoglienza e di supporto a pazienti e familiari negli ospedali (all’interno delle strutture di pronto soccorso, rianimazione, Day Hospital, sale pre-operatorie e reparti) e nelle RSA, ove svolge attività di ascolto, sostegno ed animazione .

Nel complesso, assicura, con un servizio organizzato, qualificato e gratuito, una presenza amichevole accanto a malati ed anziani, presenza volta ad offrir loro –per lottare contro la sofferenza, l’isolamento e la noia– calore umano, dialogo, aiuto morale e materiale.

In particolare i bisogni ai quali quotidianamente cerca di rispondere con il suo servizio sono:

Bisogni psicologici e spirituali: alleviare, per le persone malate ed i familiari, la solitudine, l’ansia e la paura (ad esempio nell’attesa della prestazione medica, dell’esito degli interventi e degli esami). Nelle RSA si aggiungono ai citati servizi anche l’animazione.

Bisogni concreti e spiccioli: essere presente quando gli ammalati mangiano, quando sono soli, quando c’è bisogno di sopperire a mancanze di ordine pratico (contatti con i familiari, piccoli acquisti, fornitura di biancheria e piccoli servizi).

Cosa non fa: non svolge alcuna funzione di tipo tecnico – professionale (funzioni di competenza esclusiva del personale medico e paramedico).

sito associazione volontariato

Vai alla barra degli strumenti